LA NOSTRA STORIA

Passione per il mare dal 1894

1893

Il Circolo Canottieri Barion nasce nel 1893 dal sodalizio del dott. Igino Pampana, il quale conferì una propria bandiera e identità sportiva ad un gruppo di canottieri che si chiamavano “Italia”.

Filoscene

A seguito di significative vittorie sportive, nel 1899, il Principe di Napoli, futuro re d’Italia, concesse all’Associazione la propria presidenza onoraria e le cose cominciarono a cambiare. Il Presidente della nuova Associazione fu il Marchese Giuseppe Romanazzi Carducci che rimase in carica per due anni. Furono tempi difficili per l’Associazione, anche per via del contesto ostile in cui l’Italia Meridionale si trovava. Tuttavia l’impegno dei soci sostenitori e degli sportivi di quel tempo fu ammirevole. Con il loro danaro fu perfino acquistata una Baleniera, la Filoscene che fu ed è tutt’ora l’orgoglio del Circolo Canottieri Barion.

I Trabaccolanti

Da non dimenticare anche la grande vittoria dell’equipaggio dei Trabaccolanti, alla gara svolta sulle acque di Zurigo e dove per la prima volta si vide sventolare la bandiera italiana. Da qui prende il nome la rivista mensile che il Circolo distribuisce ai suoi soci.

Superato il difficile periodo della Grande Guerra la presidenza passò nelle mani dell’Avv. Giuseppe Lembo, il quale con grandi sacrifici personali affrontò e risolse il problema della Sede del Molo di S. Nicola, dando così al Barion una nuova ubicazione. Portati a termine i lavori, il Circolo dispose di un elegante stabile, in stile Liberty, capace di ospitare anche la struttura amministrativa, sala riunioni e sala deposito per i natanti. Con la Presidenza dell’Avv.to Lembo il Circolo godette di iniziative non solo sportive ma anche culturali: rassegne di pittura e patriottiche.

Oggi Barion Sporting Club

Il Circolo Canottieri Barion ebbe la sua ultima sede negli attuali locali alla punta del Molo S. Nicola, all’epoca occupata del vecchio Ristorante Posillipo. Nel 1983 si assiste alla fusione dello Sporting Club Bari con il Circolo Canottieri Barion. Il sodalizio delle due attività in una unica, diede vita al Circolo Canottieri Barion Sporting Club, che da all’ora mantiene invariato questo nome.